Giornale giugno 2023

Pioggia. Dopo un'estate precoce, le ultime settimane di maggio ci hanno regalato acque paradisiache. L'autunno scorso ha portato a malapena le solite piogge, quindi questa è molto gradita. I prezzi dell'olio d'oliva sono aumentati nelle ultime settimane in previsione della primavera secca di quest'anno, quando le olive hanno già iniziato a formarsi dopo la fioritura degli ulivi. Per fortuna, quando non piove abbiamo abbastanza risorse idriche per mantenere i nostri alberi e le nostre piante felici e rigogliose. Tuttavia, non c'è niente di meglio di un bell'acquazzone che inzuppa tutto e lava rami e foglie dalla polvere e dallo sporco. Anche il terreno viene ripulito e l'accumulo di sali viene sciolto e lavato via. Anche l'aria viene purificata e tutti i pollini e le altre particelle fini vengono portati via dall'acqua. Vivere in un luogo come questo fa apprezzare la benedizione dell'acqua dolce che cade dal cielo; quando ci si riflette, la pioggia evoca stupore e meraviglia.

Il giardino dell'Asharum Nijar: Ritorno alle radici

La stagione orticola cambia ancora una volta e altri frutti e ortaggi sono pronti per essere raccolti e piantati. Le nostre passiflore iniziano a mostrare i loro frutti appassionati e i carciofi che non sono stati mangiati iniziano a fiorire. I nostri alberi di jacaranda stanno fiorendo dando un bel tocco di viola al nostro giardino. I gelsi hanno inaspettatamente già dato i loro frutti e abbiamo avuto il piacere di condividere l'esperienza di mangiare bacche bianche e nere direttamente dall'albero. Abbiamo piantato zucche, spinaci e mais e continuiamo a sperimentare altri tipi di frutta e verdura. Ci vuole un po' di tempo per abituarci ai modelli climatici locali e al ritmo di questa terra; per conoscere il tipo di piante che si trovano bene qui e per scoprire quali hanno bisogno di qualche cura, protezione o nutrimento in più. La rinascita del suolo stesso è una professione a sé stante, che ci sfida a osservare e ascoltare con attenzione e a imparare a vivere in armonia con l'ambiente circostante.

Le banane del nostro primo cerchio di banane hanno smesso di crescere in inverno e hanno ricominciato a dare segni di crescita circa un mese fa. Da circa una settimana sembra che stiano maturando, cambiando colore da un verde scuro intenso a un verde più chiaro che tende al giallo. Normalmente questi frutti hanno bisogno di circa 4 mesi per maturare, ma sono sugli alberi da oltre 6 mesi e qualche giorno fa abbiamo deciso di tagliare uno dei grappoli di un albero in cui le banane superiori hanno iniziato a ingiallire. Dobbiamo avere ancora un po' di pazienza per ottenere la maturazione finale, ma non vediamo l'ora di provare le nostre banane coltivate in casa. La scorsa settimana è stato avvistato un nuovo fiore, che forse produrrà banane mature in ottobre.

In tutto il giardino si assiste a un cambiamento delle piante inaspettate e non intenzionali che crescono qui. Quando siamo arrivati abbiamo visto soprattutto piante robuste, con poche foglie e forti radici a fittone. Negli ultimi anni abbiamo seminato erbe e fiori locali e quest'anno hanno iniziato a comparire in luoghi dove non ce li aspettavamo. Sembra che abbiano iniziato a gradire il loro nuovo habitat. Anche gli insetti stanno scoprendo il nostro delizioso giardino. Vediamo una maggiore varietà di insetti e alcune vespe in più che costruiscono le loro case estive nel nostro giardino.

Costruire e migliorare

Le due nuove camere per gli ospiti più grandi sono quasi terminate. La terrazza adiacente tra le camere e che si affaccia sul giardino è stata livellata e sta per essere piastrellata, dando un aspetto completamente nuovo a quest'area. La cucina, ben utilizzata, fiorisce grazie agli impulsi di una varietà di cuochi provenienti da ambienti diversi e che si ispirano a vicenda per sperimentare ricette nuove e salutari. La panetteria domestica ha scoperto alcune nuove ricette di pane, in parte ispirate dalle esigenze degli ospiti, come la produzione senza glutine di un pane soffice fatto solo di riso, acqua e lievito e un pane (più simile a una torta) a base di tahin, uova e fiori di ceci. È stato provato anche un altro pane fatto con tutti i tipi di semi, avena e noci, nato dall'esigenza di uno spuntino salutare simile a un cracker, che è diventato uno dei preferiti della casa. In un angolo si prepara il kombucha e sono in programma anche crauti, kimchi e tempeh fatti in casa.

Sentite già il desiderio di assaggiare e godere di questo bellissimo posto? Siete i benvenuti se volete unirvi a noi per un po' di tempo, per ispirare ed essere ispirati.

Condividi :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimanete aggiornati

Vi piace il nostro progetto?

Iscrivetevi alla nostra newsletter e riceverete la rivista mensile sulla vostra e-mail.

Non facciamo mai spam, anche a noi non piace.

Rimanete aggiornati

Vi piace il nostro progetto?

Iscrivetevi alla nostra newsletter e riceverete la rivista mensile sulla vostra e-mail.

Non facciamo mai spam, anche a noi non piace.